Home > Attualità, Politica > I candidati premier alle elezioni politiche 2008

I candidati premier alle elezioni politiche 2008

mercoledì, 5 marzo 2008 Lascia un commento Go to comments

Pronti… partenza… VIA!

Si parte! La corsa alla Presidenza del Consiglio è ufficialmente aperta dopo la presentazione dei simboli al Viminale.

Ai nastri di partenza ci sono i due grandi schieramenti del nulla: il Partito Democratico del trasformista Veltroni e Il Popolo delle Libertà del sempreverde Berlusconi, più gli atri poveri partiti che non hanno accettato di partecipare alle grandi coalizioni e he faranno da sparring partner in questa competizione elettorale, ma almeno a loro va riconosciuto il coraggio di aver fatto una scelta coerente. Da segnalare l’agnello sacrificale di questa campagna elettorale, il buon Clemente, ripudiato da tutti e costretto ad andare da solo… poverino!!!

Oltre a Veltrusconi e i più famosi Casini e Bertinotti, ci sono tanti altri candidati (una lista completa la potete trovare qui) che parteciperanno alle elezioni del 13 e del 14 aprile. Naturalmente non troverete tutti questi simboli sulla vostra scheda elettorale dato che non tutti si presenteranno in tutte le regioni.

Ho pensato di mettere un sondaggio, per vedere se è più affidabile un misero blog o i mitici sondaggisti di Silvio e Walter
Mi raccomando, non votate 100 volte per lo stesso partito. I voti provenienti dallo stesso utente verranno cancellati. E poi cosi avremo un quadro più veritiero.

Io ho già scelto di Non votare… e tu?

Sondaggio: Chi voterai alle prossime elezioni? Tra parentesi i nomi dei candidati premier

Status:

Also want to create a poll? Click here

Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , , , , , , ,

  1. stormj83
    mercoledì, 5 marzo 2008 alle 19:05

    rivolto al blogger…ma se non voti significa che voti automaticamente per la lista civica nazionale IO NON VOTO meglio nota come Socialismo Umanitario universale capeggiata da Carlo Gustavo Giuliana…quindi in realtà non votando esprimi una preferenza lo stesso…è mai possibile?!?!?!🙂

    ad ogni modo per rispettare le regole della par condicio mi trovo costretto a citare tutti gli altri candidati premier per non influenzare in alcun modo la preferenza degli italiani pertanto:

    Silvio Berlusconi, Walter Veltroni, Fausto Bertinotti, Pier Ferdinando Casini, Daniela Santanchè, Enrico Boselli, Clemente Mastella, Marco Ferrando, Flavia D’Angeli, Giuliano Ferrara, Mirella Cece, Domenico Corrao, Stefano De Luca, Bruno De Vita, Antonio Di Dio, Roberto Fiore, Vincenzo Galizia, Davide Gramiccioli, Giuseppe Graziani, Sergio Licheri, Stefano Montanari, Carlo Cottarelli, Pino A. Quartana, Renzo Rabellino, Domenico Savio, Gaetano Saya, Fabiana Stefanoni, Gianfranco Vestuto

    …vi ho forse annoiato troppo??? mi dispiace ma questa è la politica italiana allo stato attuale…come si suol dire “Questo ci passa il governo”…

  2. giovedì, 6 marzo 2008 alle 12:05

    Grande Stormj! Senza offesa per i commenti precedenti, ma questo è stato il più divertente che questo blog ha ricevuto sin dalla sua nascita!
    Per quanto riguarda il partito IO NON VOTO… in italia tutto è possibile, anche astenersi andando alle urne!
    Adesso per par condicio dovrei menzionare i nomi di tutti i rstanti partiti, ovvero 176… ma non mi sembra il caso… su questo blog la par condicio non esiste!🙂

  3. vitaliano82
    venerdì, 7 marzo 2008 alle 13:26

    ragazzi io da sempre dico che anche se non si vuole votare, andare in cabina e annullare la propria scheda per protesta è meglio!
    questo perchè eviteremo che altri scelgano per noi, e noi la nostra goccia nel mare l’abbiamo versata.
    lo so è un gesto solo simbolico, ma per me ha un valore.

    per quanto mi riguarda sono ancora indeciso su chi votare.
    aspetto solo le liste ufficiali, ma penso che deciderò all’ultimo, poco prima di entrare nella cabina.
    vitaliano
    http://yellowcar.wordpress.com

  4. isy
    venerdì, 7 marzo 2008 alle 16:07

    Non andare a votare vuol dire regalare il proprio voto a chi avrà la maggioranza, quindi è ovviamente una caXXata..andare a votare e far annullare la propria scheda, sembrerebbe l’unico modo ma se non hai un lavoro sicuro e sei incerca di lavoro non ti conviene per il semplice fatto che molti datori di lavori chiedono la tua scheda elettorale e una cosa del genere, una protesta cosi, da ancora problemi…ci sono tantissimi micro partiti che arriveranno ad un numero di voti minimi da non essere considerati..se non volete dare il vostro voto a quella meXXda di berlusconi o al patetico veltroni..x nn citare tutti gli altri essere inutili(che ci meritiamo perchè siamo noi che li facciamo esistere ed andare avanti)..allora tanto vale sprecare il proprio voto in questi miseri partitini che crescono come funghi…176…che paese barzelletta!!!

  5. giovanni
    venerdì, 7 marzo 2008 alle 17:32

    E’ inutile che nascondete i sondaggi per Forza Nuova.
    Io voterò Roberto Fiore,Forza Nuova.Voterò la politica.Non porterò il mio cervello all’ammasso come tanti pecoroni italiani.In Italia in questa competizione elettorale abbiamo 2 veri politici: Ferrando e Fiore il resto non servono neanche per fare polenta.Casini è stato cacciato,Bertinotti pure,Storace e lo zimbello di Romagnoli hanno scodinzolato, supplicato Berlusca,da veri vermi,senza dignità.
    La Santanchè , avete visto tutti a Porta a Porta che figura che ha fatto,un’oca che vuole un giorno si e uno no fare la fascista.Non ha capito che essere fascisti significa fede e non voltacabani.Il badogliano Fini non l’ha voluta e lei lecca a Berlusca.
    Viva la politica quella vera. Forza Nuova.Il 2%? Va bene !!!L’importante NON FARE quello che dice Berlusca o Veltroni.
    Saluti a i veri Comunisti nemici leali e a tutti i Forzanovisti.
    Viva l’Italia

  6. venerdì, 7 marzo 2008 alle 20:28

    @vitaliano82: penso che il problema che gli altri scelgano per noi è molto molto basso, e lo dico per esperienza personale visto che ho fatto per 4 volte il segretario di seggio.
    Per quanto riguarda il voto nullo, penso che anche non andare sia una protesta.
    Se il voto è un diritto, lo è anche il non voto.
    Io, da cittadino italiano non mi sento di esercitare questo diritto, anche perchè non siamo noi che scegliamo le persone da far andare in Parlamento ma lo hanno già fatto le segreterie dei partiti.

    @isy: per quanto riguarda il non voto mi sono già espresso nella risposta a vitaliano. Per quanto riguarda il fatto che i datori di lavoro chiedono le schede elettorale mi sembra un pò arcaica come cosa. Le avevo sentite tutte, am questa proprio mi mancava… se poi ci sono dei datori di lavoro che assumono cosi, allora la loro azienda sarà sicuramente avviata verso il fallimento.

    @giovanni: Caro Giovanni, qui purtroppo nascondono tutti i sondaggi, o meglio, ognuno li fa aproprio piacimento. Concordo con te quando dici che l’importante è non fare quello che dice Veltrusconi. E’ giunto il momento di fare una scelta di parte, qualsiasi essa sia.

    Ne approfitto per ringraziare tutti quelli che stanno partecipando al sondaggio e soprattuto chi partecipa con un commento alla discussione.

  7. vitaliano82
    lunedì, 10 marzo 2008 alle 15:21

    @ ruotalibera
    forse hai frainteso il senso del mio intervento. Volevo dire che se non voti di sicuro permetti agli altri di scegliere, proprio perchè tu rinunciando al tuo diritto di voto, non partecipi attivamente alle votazioni.
    in questo modo tutti gli altri votanti avranno deciso per te.
    nel caso in cui tu partecipassi al voto e lo annullassi, parteciparesti attivamente all’elezioni.
    vitaliano
    http://yellowcar.wordpress.com

  8. DELFI
    martedì, 11 marzo 2008 alle 17:56

    ….sinceramente,vedendo i risultati per ora raggiunti,confido nell’inaffidabilità del tuo blog…..OH MY GOD!…..

  9. caracca
    martedì, 11 marzo 2008 alle 19:59

    la situazione è una sola:
    nessuno dovrebbe votare per farsi che la costituzione cadì, con la conseguenza di creare una nuova costituzione, con nuove leggi e con nuovi rappresentanti del popolo italiano…rappresentanti che non riuscendo a risanare questa inevitabile caduta economica, politica, religiosa e sociale creino un nuovo stato italiano. ma purtroppo molta gente andrà a votare, quindi è essenziale che corriamo tutti noi a depositare la nostra x su quell’uomo o su quella donna che dicono quello che a noi piace, quello in cui noi crediamo…sapendo che non saranno mai realizzati concretamente gli obbiettivi indirizzzati ai nostri valori. la soluzione?
    la soluzione ci sarebbe…è di unire il vero spirito italiano, uno spirito patriota, un valore incorruttibile, che dice “BASTA”, siamo stufi e vogliamo decidere noi stavolta, omettendo sia la destra che la sinistra e tutti i loro partiti, instituendo uno stato che ci regoli con una vera giustizia, che cia dia la possibilità d dire ciò che pensiamo senza aver timore di nulla, uno stato che non rubi i soldi guadagnati con il sudore dei suoi cittadini…
    MA SIAMO TUTTI PRONTI A CAMBIARE QUESTO PAESE, O MEGLIO, A MIGLIORARE QUESTA NAZIONE?…rischiando il proprio posto di lavoro?rischiando di spendere qualche soldo in più?rischiando di alzarci prima dal divano? rischiando di non comprare per un giorno il giornale?…NO! noi italiano siamo ormai un gregge di pecore che aspetta solo il fischio del pastore(stato)per essere mossi, per mangiare e per parlare.
    il discorso sarebbe stato molto più lungo e più articolato ma sull’orologio del tempo c’è scritta una sola parola: ORA!(il momento in cui le parole finiscono e cominciano i fatti) grazie

  10. DELFI
    mercoledì, 12 marzo 2008 alle 17:27

    Caro Caracca,
    io spero per te che la contraddittorietà e lo “smarrimento” che trapela dal tuo “commento” siano dipese solo dalla fretta con cui è stato probabilmente scritto, o dal dover esprimere il tuo reale pensiero più complesso e spero conseguentemente non realmente contraddittorio come invece è apparso, in poche righe…
    Perdonami se mi permetto di sottolinearti ciò…ma credimi ho cercato di astenermi dal farlo ma,leggendo il tuo intervento,non si può non notare che sembra il frutto di un copia-incolla di ciò che inevitabilmente ci propongono Tg e stampa nazionale con il risultato di utilizzare una serie di belle parole senza un concreto significato…adorabili utopie…finendo così anche tu a commettere lo stesso errore che,a quanto dici,è alla base della tua denuncia….LA NON CONCRETEZZA DEL “POPOLO” ITALIANO….
    prima di esprimerti in questi termini….chiediti prima se le tue idee siano realmente chiare…anche perchè sembra che tu sia il primo a non veder “che sull’orologio del tempo c’è scritta una sola parola:ORA!(il momento in cui le PAROLE finiscono e cominciano i FATTI)…

  11. caracca
    mercoledì, 12 marzo 2008 alle 17:52

    cara delfi,
    forse si, mi sarò siegato male proprio perchè la situazione è molto più grave è più lunga e diventa quindi difficile riassumerla in poche righe…
    ma non si tratta di un fatto di contraddittorietà o di smarrimento nelle mie idee, perchè a me piace la politica e i suoi valori, ma la politica di una volta quella con i veri valori!…mentre adesso esiste solo questa utopia democratica che vogliono inserire nella nostra testa, e che riescono a farlo con la maggior parte degli italiani! quindi mi differenzio palesemente da questa gente!
    …mentre i discorsi contraddittori non sono presenti nelle mie ideologie poltiche, TE LO ASSICURO!, ma fanno parte di questa società ottusa e di coloro che la seguono!!!
    è proprio la società stessa ambigua e non io!

  12. DELFI
    mercoledì, 12 marzo 2008 alle 18:03

    …l’importante è chiarire!…in questo modo almeno hai aggiunto un “qualcosa”,che credimi,chiarisce un po’ più la tua posizione…questo intervento rispetto al precedente sembra più “autentico”…
    Cordiali saluti.
    DELFI

  13. mercoledì, 12 marzo 2008 alle 22:56

    @DELFI e Caracca: innanzitutto mi fa piacere che vi confrontiate sul mio blog… devo comunque dar ragione a Caracca quando dice che la situazione è molto più grave e diventa difficile riassumerla. Forse non ce ne stiamo accorgendo, ma stiamo finendo nel baratro. Se la gente non si da una mossa… se non si sveglia da questo lungo sonno che dura ormai da 50 anni la nostra società sarà sempre più “controllata” dall’alto. C’è bisogno di uno spirito nuovo che guidi i politici e i cittardini italiani fuori da questo momento che a mio parere è davvero buio… la popolazione ha eprso la fiducia nelle istituzioni… e questo per una società civile e democratica come la nostra è un fatto che non può che destare molta preoccupazione… ma forse stiamo troppo bene per accorgercene.. oppure siamo troppo pigri e pensiamo che qualcun altro lo farà al posto nostro… ma quel qualcun altro siamo noi!

  14. caracca
    martedì, 18 marzo 2008 alle 19:48

    grazie Ruotalibera,
    sei uno dei pochi che la pensa come me….e mi fa molto piacere…vabbè “pochi ma buoni” : )
    scusa se non ti ho risp. prima ma non ne ho avuto la possibilità…
    ti saluto
    ciao ciao

  15. Chase
    giovedì, 1 novembre 2012 alle 13:57

    Hello There. I discovered your blog the use of
    msn. That is a really well written article. I will be sure to bookmark it and
    return to read more of your helpful info. Thanks for the post.
    I will certainly comeback.

  1. domenica, 30 marzo 2008 alle 17:44

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: