Home > Attualità, Cinema, Musica e Spettacolo, Marketing & Comunicazione > Fiorello, Berlusconi e il guerrilla marketing

Fiorello, Berlusconi e il guerrilla marketing

Dal 1 Aprile Fiorello partirà con un suo programma su Sky.
Bhè, direte voi, dove sta la notizia?
La notizia è che Fiorello non riesce a pubblicizzare il suo show nè sulle reti Rai nè su quelle Mediaset.
Per capire il motivo di questa difficiltà bisogna fare un salto indietro, quando Fiorello, prima di lasciare Mediaset per Sky, andò a casa del suo datore di lavoro, Berlusconi, per comunicargli la scelta che avrebbe fatto.
Cosa rispose Berlusconi? Ce lo dice Fiorello in un video-messaggio andato in onda su Blob il 5 marzo, l’unico programma televisivo che gli ha offerto ospitalità.

Questo pseudo-spot è stato solo l’avvisaglia di quello andato in onda su Sky il 7 marzo in cui è nientepopòdimenoche Mike Bongiorno a fare da testimonial al “compagno” Fiorello. E l’ha fatto senza chiedere il “permesso” al suo datore di lavoro… sempre Berlusconi.

Aldo Grasso ha definito questi spot come il primo caso di “guerrilla marketing” nella storia della tv italiana… voci cosa ne pensate?

Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , , , ,

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: