Home > Attualità, Politica > Berlusconi e Noemi: e il caso Mills?

Berlusconi e Noemi: e il caso Mills?

venerdì, 29 maggio 2009 Lascia un commento Go to comments

In questi giorni non si fa altro che parlare di Berlusconi e dei suoi rapporti con la bionda Noemi.
Repubblica, oramai in aperto scontro con il premier, cerca disperatamente le risposte alle sue dieci domande e ogni giorno pubblica nuovi retroscena sul tormentone del momento, mentre Berlusconi rilascia dichiarazioni in giro per l’Europa contraddicendosi di continuo…
Ma quello che più mi colpisce è il silenzio sulla sentenza del caso Mills, passata in secondo piano dopo che è venuto alla luce il “noemigate”, ma d’altronde gli italiani preferiscono il gossip, e la presunta relazione tra un premier quasi 73enne e una ragazza da poco maggiorenne fa molto più audience di una sentenza che ha condannato l’ex legale di Berlusconi a 4 anni e 6 mesi per corruzione in atti giudiziari.

Vediamo un pò più in dettaglio i fatti.
Mills è stato condannato lo scorso febbraio, ma le motivazioni sulla sentenza sono state pubblicate solo qualche giorno fa, e se avete voglia di leggerle tutte, a questo link troverete tutte le 360 pagine integrali.

Al centro del procedimento che riguarda Mills c’è l’accusa secondo cui il legale inglese tra il 1996 e il 1997 avrebbe incassato da Silvio Berlusconi 600.000 dollari come ricompensa per non aver rivelato in due processi (All Iberian e quello sulla corruzione nella Guardia di Finanza, con Mills in qualità di testimone e quindi con l’obbligo di legge di dire il vero e non tacere nulla), le informazioni su due società off-shore usate da Mediaset, secondo la procura, per creare fondi neri.

Nel processo per la corruzione nella Guardia di Finanza: – Mills avrebbe «omesso di dichiarare, pur specificatamente interrogato, che la proprietà delle società off-shore del Fininvest B Group faceva capo direttamente e personalmente a Silvio Berlusconi»; – di aver «omesso di riferire la circostanza del colloquio telefonico con Silvio Berlusconi nella notte di giovedì 23 novembre 1995, avente quale argomento la società All Iberian e il finanziamento illegale di 10 miliardi di lire erogato da Berlusconi tramite All Iberian a Bettino Craxi». – di aver «dichiarato circostanze false in ordine al compenso di circa un milione e mezzo di sterline ricevuto una tantum nel 1996 a seguito di accordi con Silvio Berlusconi – compenso qualificato come «dividend» e tenuto bloccato fino al 2000 in un deposito bancario…».

Nel Processo All Iberian si contesta a Mills: – di aver evitato di rispondere «alle domande sulla proprietà delle società offshore», sostenendo che «la proprietà è rimasta un po’ vaga, come dicevo prima, perché nessuno ha detto: io sono il proprietario di queste società… il cliente era il gruppo Finivest». Mills è anche accusato di «non aver riferito che beneficial owners delle società Century One e Universal One, in forza di accordi di trust stipulati dallo stesso Mills, erano Marina e Piersilvio Berlusconi; – di aver »omesso di riferire quanto a sua conoscenza in ordine al legame diretto esistente tra Paolo Del Bue, della fiduciaria Amer, e la famiglia Berlusconi«. Secondo l’accusa, per rilasciare queste dichiarazioni false o reticenti, Mills avrebbe ricevuto 600mila dollari da Carlo Bernasconi, ex manager Fininvest (deceduto) «su disposizione di Silvio Berlusconi».
(Fonte: Corriere.it)

Lo so che vi state chiedendo… E Berlusconi? Non è stato condannato?
Eh no!!! Se non avete la memoria corta ricorderete che una delle prime leggi approvate dall’attuale governo è stata il cosiddetto Lodo Alfano, con il quale veniva data l’immunità per le quattro più alte cariche dello Stato.
E qui, come direbbe il buon Lubrano, la domanda sorge spontanea: “Se Berlusconi avesse avuto la coscienza a posto, perchè varare questa legge?“.
Quindi, in attesa che la Consulta si pronunci sulla costituzionalità della legge, la posizione del buon Silvio è stata stralciata e il processo a suo carico è stato sospeso.
Praticamente siamo al livello delle dittature sudamericane.

In attesa dell’appello, Berlusconi si è difeso dicendo ancora una volta che la magistratura è eversiva, è politicizzata, è comunista ecc ecc… facendo passare il messaggio che dei giudici non ci si può fidare. Praticamente, se Berlusconi avesse ragione, noi vivremmo in un paese dove la legge non esiste, dove le sentenze vengono emanate in base a chi è più antipatico e in base al colore politico… visto che qualsiasi accusa contro il premier è sempre infondata!

Spero che il popolo italiano si ravveda e si accorga di quello che sta succedendo, che è di una gravità a mio avviso inaudita!
Ma purtroppo anche l’informazione nel nostro belpaese è abbastanza “pilotata” e molto morbida, e sembra che si preoccupino di più all’estero della situazione italiana; e se il Financial Times paragona Silvio a Mussolini, il Guardian già a febbraio si chiese come mai questa vicenda non avesse più di tanto destato l’attenzione pubblica, visto che in altri paesi ciò avrebbe destabilizzato l’intero sistema politico e portato alle dimissioni del primo ministro.

Bhè.. forse aveva ragione Elio… la nostra è una terra di cachi!

Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , , , ,

  1. domenica, 20 gennaio 2013 alle 16:48

    Today, I went to the beach front with my kids.
    I found a sea shell and gave it to my 4 year old daughter and said “You can hear the ocean if you put this to your ear.” She placed the shell to her ear and screamed.
    There was a hermit crab inside and it pinched
    her ear. She never wants to go back! LoL I know this is entirely off topic but I
    had to tell someone!

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: