Home > Attualità > La classifica delle università italiane: ecco i criteri

La classifica delle università italiane: ecco i criteri

domenica, 26 luglio 2009 Lascia un commento Go to comments

In questi giorni Il Sole 24 Ore ha pubblicato la classifica delle Univeristà italiane del 2009.
Come al solito la fanno da padrone gli atenei del centro-nord, mentre il sud resta fanalino di coda.
I tg e i giornali ne hanno parlato tanto ma pochi hanno dato spiegazioni riguardo i criteri utilizzati per formulare questa classifica.
Vediamo di fare un pò di chiarezza.
Il Sole 24 ore individua 10 indicatori calcolati in rapporto alle dimensioni degli atenei:

  1. Talenti
  2. Attrattività
  3. Dispersione
  4. Inattività
  5. Laurea nei tempi
  6. Affollamento*
  7. Occupati a tre anni
  8. Ricerca/Personale
  9. Ricerca/Fondi (in €)
  10. Ricerca/Fondi esterni

*(non è espresso in percentuale, va inteso come numero di studenti per docente)

In base ai dati raccolti quindi, ecco la classifica delle Università statali:

UNIVERSITÀ STATALI
Ateneo Punti
Milano Politecnico 788
Modena e Reggio Emilia 768
Trieste 756
Torino Politecnico 749
Pavia 707
Ferrara 705
Trento 685
Piemonte Orientale 668
Padova 661
Ancona 656
L’Aquila 653
Parma 653
Venezia Iuav 651
Genova 614
Firenze 608
Viterbo 597
Perugia 593
Udine 578
Venezia Cà Foscari 576
Bologna 575
Bari Politecnico 575
Siena Stranieri 569
Calabria 558
Milano Bicocca 554
Pisa 551
Torino 549
Napoli Federico II 544
Napoli II Università 539
Insubria 534
Camerino 531
Urbino 524
Brescia 522
Roma Tor Vergata 517
Milano 498
Verona 483
Potenza 481
Benevento 473
Siena 442
Bergamo 429
Molise 425
Roma La Sapienza 414
Reggio Calabria 412
Catania 407
Cagliari 397
Salerno 369
Sassari 351
Macerata 341
Roma Tre 337
Napoli L’Orientale 337
Chieti e Pescara 334
Messina 327
Perugia Stranieri 327
Cassino 308
Bari 307
Foggia 292
Lecce 286
Teramo 280
Palermo 266
Catanzaro 229
Napoli Parthenope 143

…e quella delle Università private:

UNIVERSITÀ NON STATALI
Ateneo Punti
Milano Bocconi 800
Milano San Raffaele 792
Roma Luiss 646
Castellanza Liuc 638
Milano Cattolica 638
Aosta 577
Bolzano 523
Roma Lumsa 431
Milano Iulm 415
Roma San Pio V 415
Bari Lum 362
Napoli Suor Orsola 300
Enna -Kore 238
Roma Europea 223

Gli amanti delle statistiche e chi volesse effettuare un confronto con la classifica del 2008, possono dare uno sguardo a questo link

Fonte: Il Sole 24 Ore

Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , ,

  1. biagio
    domenica, 26 luglio 2009 alle 18:03

    E’ una classifica altamente politicizzata, come si fa a rapportare gli occupati dopo tre anni se al sud non c’è lavoro e quindi chiunque si laurei al sud deve emigrare all’estero o al nord e quindi un elemento che penalizza altamente la università del sud.
    Che significa poi l’attrattività?? E’ ovvio che quelle pubblicizzate sono anche le più attrattive, è un circolo vizioso.
    La laurea nei tempi è un elemento altamente discrezionale, perchè non sempre laurearsi nei tempi è un elemento di eccellenza, non a caso, chi paga come nelle private, è logico che si laurei nei tempi stabiliti, a buon intenditor poche parole.
    Poi mi piace la skill “talenti”: ma che cazzo significa?
    Questo ovviamente sono solo alcune delle critiche che rivolgo a questa classifica “ammacchiata”.

  2. stormj83
    domenica, 26 luglio 2009 alle 18:37

    …e anche il fatto di essere sotto all’università della Calabria mi fa riflettere e non poco…

  3. biagio
    domenica, 26 luglio 2009 alle 21:55

    NON AVEVO NOTATO CHE QUESTA CLASSIFICA AFFERMA CHIARAMENTE CHE LA PARTHENOPE E’ UNA CHIAVICA DI UNIVERSITA’ E CHE SE TUTTE LE AZIENDE DOVESSERO ATTENERSI A QUESTA CLASSIFICA NON DOVREBBERO ASSUMERE MAI COLORO CHE SI LAUREANO PRESSO QUESTO UNIVERSITA’

  4. mercoledì, 29 luglio 2009 alle 15:41

    Sono d’accordo, anche se attivista del PD, con la riforma della Gelmini.

    La ratio di premiare i più virtuosi e di “penalizzare” gli atenei meno efficenti mi sembra assolutamente giusta. Al limite si può discutere sul “metro” di giudizio, ma non sulla necessità del giudizio stesso.

    L’Università di Bologna (dove frequento legge) prenderà 5 mln di euro in più quest’anno perchè in grado di bilanciare risorse, personale, iniziative, ricerca e di sfornare laureati più o meno pronti al mondo del lavoro.

    Perchè mai un’università che lavora bene in EmiliaRomagna deve essere penalizzata dagli sprechi della Sapieza o dagli atenei di Macerata e Napoli?

    Che si diano una regolata! Fino a quest’anno hanno avuto lo stesso trattamento di tutti gli altri, quindi non possono lamentare una posizione di partenza svantaggiata.

    http://fabiopari.blogspot.com/

    • martedì, 18 agosto 2009 alle 14:50

      @Fabio: scusa se solo ora è stato pubblicato il tuo commento, ma wordpress me l’aveva inserito nello spam, grazie per il tuo apporto

  5. giovedì, 30 luglio 2009 alle 8:28

    Io credo che in parte,questa classifica non sia del tutto sbagliata.Alt,fermi.Chiariamo una cosa.Non sono pro-berlusconi,non sono nordista,non sono niente di niente.Giudico quello che vedo.A me sembra,che le università come i politecnici(e nella fattispecie,quello di milano e torino),diano molte più possibilità di lavoro,una volta laureati(è da dire altresì che come università sono piuttosto cazzute).Quindi,non bisogna poi lagnarsi tanto.In fin dei conti,se le università migliori stanno al nord,bisogna chiedersi perchè,visto che al sud,c’è una mentalità di fine ‘800.

  6. biagio
    venerdì, 31 luglio 2009 alle 14:20

    Non giudico il fatto che i politecnici di milano e torino siano ai primi posti, ma il problema che i criteri utilizzati vanno sicuramente a favore di università del nord o per lo più private.
    Inoltre un articolo del corriere della sera si chiedeva di come facesse a stare cosi in altro l’università di trieste visto che a livello europeo non rientra nelle classifiche???
    Allora devi convenire con me che c’è qualcosa sotto….

  7. Salvatore
    giovedì, 5 novembre 2009 alle 12:49

    In questi sondaggi non ho mai creduto perchè troppo politicizzati! Inoltre vengono considerati parametri assurdi come l’inattività oppure gli occupati a tre anni! Grazie al cavolo che le università come la Bocconi t’inseriscono subito nel mondo del lavoro………..paghi “na bott”……..!

  8. lunedì, 27 maggio 2013 alle 5:19

    I enjoy what you guys are up too. Such clever work and exposure!
    Keep up the wonderful works guys I’ve incorporated you guys to our blogroll.

  9. martedì, 28 maggio 2013 alle 3:13

    Attractive component to content. I just stumbled upon your
    website and in accession capital to say that I acquire in fact loved account your blog posts.
    Anyway I will be subscribing for your augment and even
    I success you get admission to persistently quickly.

  10. giovedì, 6 giugno 2013 alle 21:32

    Hey, I think your website might be having browser compatibility issues.
    When I look at your blog site in Opera, it looks fine but when opening in Internet Explorer, it has some overlapping.

    I just wanted to give you a quick heads up!
    Other then that, superb blog!

  11. venerdì, 7 giugno 2013 alle 1:42

    I do trust all of the ideas you have offered in your post.
    They are really convincing and will certainly work.
    Nonetheless, the posts are very quick for newbies.
    Could you please lengthen them a little from next time?
    Thanks for the post.

  12. domenica, 8 settembre 2013 alle 12:48

    I enjoy what you guys are up too. Such clever work
    and exposure! Keep up the awesome works guys I’ve included you
    guys to my blogroll.

  13. mercoledì, 23 aprile 2014 alle 12:01

    It is the best time to mazke a few plans for the long run and it
    is time to be happy. I’ve read this put up and if I may just I wish to counsel yyou few fascinating issues or suggestions.
    Maybe you could write subsequent articles regarding this
    article. I want to learn even more issues about
    it!

  14. martedì, 16 dicembre 2014 alle 16:27

    Some expert in raw food movement say that due to heat, a centrifuge juicer can destroy all enzymes or a
    part of them. The majority of the vegetable recipes include
    carrots as one of the staple ingredients. Some of these juicer machines actually claim themselves as well,
    just by you adding warm water and turning on the juicer to let it run.

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: