Archive

Posts Tagged ‘barack obama’

Il giuramento di Barack Obama. Il video del discorso completo

mercoledì, 21 gennaio 2009 11 commenti

20 Gennaio 2009, una data che sarà ricordata dai libri di storia, una data che può diventare uno spartiacque per l’intera umanità.
Barack Hussein Obama giura davanti a due milioni di persone. E’ diventato il primo presidente afroamericano degli Stati Uniti d’America.

2

Alcuni sostengono che il razzismo sia finito, io penso semplicemente che è giunta l’ora di cambiare. Il mondo è giunto ad un punto di non ritorno, o si cambia, o si muore. E questo vale per le politiche internazionali, per le politiche economiche, per le politiche sociali, per le politiche di sfruttamento delle risorse naturali e del rispetto dell’ambiente. Si era giunti ad un punto critico, e se gli Usa sono passati da un petroliere texano guerrafondaio che ha fatto della guerra al terrorismo il suo cavallo di battaglia, ad un afroamericano che ricorda Martin Luther King vuol dire che c’era bisogno non di una svolta, ma di un “un’inversione a u”, e per farla, bisognava superare tutti i pregiudizi; e così è stato.

Prima di lasciarvi ai video integrali del discorso tenuto da Obama in versione originale inglese e in versione con la traduzione in italiano, voglio concludere con il titolo del Tg1 di ieri sera:

OBAMA PRESIDENTE, IL MONDO SPERA.

ob


Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , , ,

Obama è presidente degli Stati Uniti d’America (il discorso completo)

mercoledì, 5 novembre 2008 1 commento

4 Novembre 2008. Una data che verrà ricordata dai libri di storia.
Il mondo ha un nuovo imperatore. Ed è nero!

Una data storica, una svolta epocale per il mondo intero… gli Stati Uniti d’America hanno eletto il loro 44° Presidente, ed è afroamericano! Il primo nella loro storia.

Barack Obama sarà chiamato ad affronatare sfide importanti per il futuro del popolo statunitense e mondiale. In un periodo di cirisi economica, di paura di recessione, in un epoca in cui il conflitto tra i popoli è diventato conflitto di relgioni, tra oriente e occidente, tra cattolici e musulmani, gli elettori americani hanno risposto eleggendo un giovanissimo presidente che ha tutta l’aria di riuscire a dare quel cambiamento di rotta di cui tutto il mondo ha bisogno. (o almeno lo spero!)
E il cambiamento non poteva arrivare se non dalla nazione da cui tutto è iniziato l’11/09/2001.

Obama, nel suo primo discorso da presidente ha detto che negli States nulla è impossibile. Ed è vero!
Penso che in nessun altro paese del mondo si possa avere una svolta politica come questa e si dia la possibilità a un candidato come Obama, giovane, intraprendente, con la pelle nera, di avere un’opportunità simile.

Immaginate in Italia se si candidasse un giovane dalla belle speranze. non avrebbe chance contro il potere dei vecchi politici. Obama ha prima sconfitto i Clinton nelle primarie e poi Bush e il suo partito, ma il merito è anche della gente che gli ha dato fiducia, che lo ha votato, che ha avuto il coraggio e la forza di cambiare!

Possono essere anche il paese con la pena di morte, possono essere anche il paese che con le sue multinazionali comanda il mondo, possono essere anche il paese che dichiara guerra per accaparrarsi il petrolio, ma le opportunità che ti offrono gli Stati Uniti d’America non le offre nessun altro paese al mondo!
Lì un presidente dopo due mandati diventa un comune cittadino, in Italia ci sono i senatori a vita; lì si diventa presidente a 47 anni, in Italia è impensabile.

Un’interrogativo allora mi assale… che siano veramente loro il paese democratico per eccellenza nonostante le tante contraddizioni che l’accomagnano?

Il primo discorso da Presidente degli Stati Uniti d’America

Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , , , ,

News dell’estate

sabato, 6 settembre 2008 7 commenti

Salve a tutti!

Eccomi di ritorno dalla pausa estiva… vi sono mancato vero?

Come!?!? Non ve ne eravate accorto che ero assente da un bel pò?… Lo immaginavo! 🙂

Veniamo a noi…

Per quanto mi riguarda è stata un’estate abbastanza tranquilla senza tanti sussulti, mentre di cose nel mondo ne successe un bel pò…

Si sono tenute le Olimpiadi di Pechino (il mio ultimo post parlava proprio della loro inaugurazione), che fra tante polemiche sui diritti umani sono filate lisce tra un oro cinese e l’altro. L’italia ha fatto la sua figura collezionando 28 medaglie, di cui 8 d’oro, e una caterva di quarti posti, alcuni dei quali dovuti a dei giudizi non porprio imparziali. Ma questo dei giudici è stato un problema che ha carattereizzato un bel pò di gare; come non ricordare il calcio in faccia dato dal cubano del taekwondo all’arbitro, o le lacrime della ragazze azzurre della ginnastica artistica.

E mentre Usain Bolt frantumava tutti i record della velocità su pista, in Georgia si è combattuta una guerra-lampo. Da una parte i Georgiani appoggiati dagli Stati Uniti e dall’Europa, dall’altra la Russia, per cercare di contendersi un pezzettino di terra dove passa l’unico gasdotto che porta gas all’Europa senza attraversa il territorio russo. Migliaia di morti e città interamente distrutte per tornare esattamente come si era prima, con la sola differenza che adesso i rapporti tra Russia e Resto del Mondo non sono più così idilliaci, e tra scudi spaziali e test di missili speriamo non ci sia da preoccuparsi…

Spostandoci negli Stati Unitii, Barack Obama ha tenuto uno storico discorso a Denver nel presentarsi alla nazione come il prossimo candidato alla Casa Bianca, ricordando un pò J.F.K. Il primo afroamericano della storia che potrebbe diventare l’uomo più potente del mondo. Nel mio piccolo spero che vinca, per il bene non solo degli Stati Uniti, ma del mondo intero.

E in Italia?

In Italia è iniziato nientepopòdimenoche il campionato!!!

Prima giornata, primi scontri! Trasferte vietate per tutto l’anno ai tifosi partenopei… tifosi?

Sicuramente non avranno tutte le colpe, sicuramente i media hanno esagerato e criminalizzato tutto e tutti facendo di tutta l’erba un fascio, sicuramente l’organizzazione di Trenitalia ha fatto schifo, causando non pochi disagi a migliaia di persone che dovevano prendere un treno tutte insieme, sicuramente non sono stati causati danni per 500 mila euro…. MA… non si va a vedere una partita con passamontagna, volti coperti, mazze e botti che sembrano bombe carte…. ma soprattutto non si arriva alla stazione di Roma cantando a squarciagola “Bruciamo la Capitale”. Le colpe ci sono da entrambe le parti.

Mi sembra di aver fatto un sunto abbastanza chiaro delle principali notizie che hanno caratterizzato l’estate 2008… quindi posso salutarvi e darvi appuntamento al prossimo post… e questa volta non dovrete aspettare un mese… perchè le ferie son finite!

P.S. Dimenticavo… Google ha lanciato la beta del suo nuovo browser: Google Chromestay tuned!

Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: