Archivio

Posts Tagged ‘parlamento’

Risultato elezioni: come gli USA?

mercoledì, 16 aprile 2008 10 commenti

Eccoci qua a commentare il risultato elettorale.
Un risultato storico, che tutti ricorderemo. Dopo oltre 100 anni i socialisti sono fuori dal Parlamento e dopo oltre 60 anni anche i comunisti hanno fatto la stessa fine, e alla Camera e al Senato saranno solo 5 i partiti presenti: Partito Democratico, Popolo della Libertà, Lega Nord, Italia dei Valori e UDC…. tutti gli altri… a casa!!!
La gente era stufa di vedere una miriade di partiti litigare tra di loro e anche senza una legge elettorale ad hoc ha creato i presupposti perchè avvenisse una bella semplificazione della scena politica, sarà meglio o peggio? Sinceramente non so… staremo a vedere.
Staremo a vedere se il governo che verrà terrà conto anche degli interessi di chi non è rappresentanto in Parlamento, staremo a vedere se il buon Silvio porterà fuori dalla crisi di precarietà quest’Italia.
Ciò che mi ha sopreso tantissimo è il risultato della Lega Nord che ha preso moltissimi voti che prima erano di Rifondazione, gli operai sono rimasti delusi da questi due anni di governo della sinistra e Bertinotti veniva fischiato in tutte le fabbriche dove si presentava… loro non hanno capito che le cose stavano cambiando e hanno pagato con gli interessi tutti gli errori fatti… anche se un’Italia nelle mani di Bossi mi spaventa… e non poco!
Chi vivrà vedrà…

P.S. se vi ricordate un mesetto fa circa ho lanciato un sondaggio sul mio blog, il risultato ha messo in luce due cose: 1) i sondaggi non servono a un cazzo; 2) il popolo della rete è essenzialmente di sinistra 🙂

Technorati: , , , , ,

Annunci

La caduta di Prodi? Non perdiamo questa occasione!

venerdì, 25 gennaio 2008 89 commenti

Bene, eccoci qua, a commentare l’ennesima figuraccia politica del notro Bel Paese.

Che il Governo fosse arrivato al capolinea era ormai sotto gli occhi di tutti, mancava solo l’ufficialità di una crisi che in realtà è stata sempre tale sin dal primo giorno di legislatura. Troppi partiti nella coalizione, troppi interessi da soddisfare, troppe persone per poche poltrone (ecco perchè si sono sdoppiati alcuni Ministeri), troppe… davvero troppe differenze ideologiche da un capo all’altro dell’Unione… che di unito non ha mai avuto nulla.

Adesso, però, bisogna sfruttare l’occasione capitata, ovvero quella di fare una legge elettorale che elimini la frammentazione politica e faccia fuori tutti questi partitini inutili e costosi per noi cittadini. Adesso che non ‘è più nessun vincolo di coalizione, adesso che non c’è più una maggioranza, i grandi partiti possono raggiungere un accordo trasversale per una legge vera che permetta ai governi di durare 5 anni ma soprattuto di poter governare, in modo di creare un vero sistema bipolare in nome dell’alternanza politica democratica. O bianco o nero… basta con le sfumature!!!

Questa legge elettorale ha creato una situzione insostenibile che non ha permesso di raggiungere nessun accordo… ogni volta che c’era qualche riforma da affrontare c’era sermpre il partito dissidente di turno che si opponeva. E’ anche vero però, che bisogna dare a Prodi quel che è di Prodi. Le liberalizzazioni di Bersani hanno apportato tanti vantaggi per i cittadini (dall’eliminazione dei costi di ricarica dei telefonini all’introduzione della class action, passando per la vendita di farmaci nei supermercati e l’abolizione delle spese notarili per alcune pratiche) con l’aumento della concorrenza in diversi settori, anche se questo ha portato alla protesta di tutte le categorie interessate che non volevano che si aumentasse la concorrenza… noi italiani siamo fatti così’… ognuno pensa ai cazzi suoi! Il rapporto Deficit/Pil è stato quasi azzerato rispetto a quello enorme raggiunto dopo i 5 anni di Berlusconi passando dal 4,4% al 1,3%, anche se con l’aumento della pressione fiscale per le fasce di reddito più elevate.

Dette le cose positive e quelle negative, la conclusione è che cosi non si poteva più andare avanti. Se il Governo fosse rimasto in carica non si sarebbe mai raggiunto l’accordo per una nuova legge elettorale… quindi… meglio così… adesso bisogna solo sperare che prima di tornare al voto il presidente Napolitano permetta alle camere almeno di cambiare la legge elettorale… cosi da poter dire… “Grazie Mastella!”

prodi cena

Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , , , , , , , , ,

La guerra dei ricchi… questa è l’italia! (con la i minuscola)

sabato, 5 gennaio 2008 4 commenti

E’ di ieri la notizia che i nostri “poveri” deputati dovevano percepire 200 euro lordi (127 netti) in più sulla busta paga per il nuovo anno… insomma un bel regalo di Natale… per mettersi sullo stesso piano dei senatori che, lo scorso settembre si sono visti aumcani spazzaturaentare lo stipendio appunto di 200 euro lordi.

I deputati, infatti, visto anche che in italia abbiamo il costo della politica più alto d’Europa (e la munnezza per le strade), avevano chiesto l’aumento, altrimenti non riuscivano ad arrivare più a fine mese.

Naturalmente subito sono scoppiate le polemiche, con gli stessi deputati che hanno detto che era una cosa scandalosa!!! Allora mi sono chiesto: “ma questo aumento… chi l’ha proposto, se tutti ne sono contrari?.. Bah!”

Fatto sta che oggi Bertinotti ha dichiarato che alla Camera non ci sarà nessun aumento di stipendio, e così Albonetti del Partito Democratico e Giorgia Meloni di AN hanno chiesto ai senatori di ridursi lo stipendio di quei 127 euro per “dare l’esempio”, e riallinearsi con i deputati. La risposta dal Senato è arrivata dal questore Gianni Nieddu (PD) che ha dichiarato: “al Senato le leggi le applichiamo”… ma forse gli sfugge che a Palazzo Madama siedono nove senatori (7 di Forza Italia e due di AN) condannati in via definitiva, più uno (sempre di Forza Italia) per il quale il reato è stato depenalizzato.

Dopo tutto questo, vi devo confessare che mi sento un pò confuso… prima si lanciano buoni propositi in tv dicendo che bisogna ridurre i costi della politica e poi si scannano per 127 euro di m…. !!!

La verità è che a Pianura c’è la guerra dei poveri e in Parlamento si fa la guerra tra ricchi!

bertinotti pinaura spazzatura


Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , , , , , , , , , , , ,