Archivio

Archive for the ‘Economia’ Category

Mediolanum e la tecnologia NFC: i risultati della sperimentazione

mercoledì, 12 giugno 2013 1 commento

Badge_BioloverSe è vero che in Italia le carte di credito sono meno diffuse rispetto ad altri paesi, è altrettanto vero che nel nostro Paese gli smartphone hanno un tasso di utilizzo altissimo“. Il discorso di Massimo Doris, AD e Direttore Generale di Banca Mediolanum, non fa una piega. Ed è proprio da questa considerazione che in collaborazione con Carta SI, Mastercard, SIA e Vodafone, Banca Mediolanum ha presentato durante il Mediolanum Innovation Forum, la nuova era del Mobile Payment del 21 maggio scorso, la sperimentazione effettuata per un mese con l’innovativa tecnologia Near Field Communication.

Destinata a segnare una vera e propria svolta di una nuova era di consumo, la tecnologia funziona in modo semplice e veloce: basta avvicinare il proprio smartphone NFC vicino ad un dispositivo POS. Grazie ad un sensore di prossimità i micro-pagamenti potranno avvenire in questo modo comodo e semplicissimo senza neanche bisogno di digitare il pin e senza bisogno di portare con se carte di credito.

Per la sperimentazione, Mediolanum si è servita dell’aiuto di ben 60 tester che hanno effettuato circa 800 transazioni, 600 delle quali andate a buon fine, in numerosi esercizi commerciali nei pressi di Milano e provincia, alcune altre città italiane e all’estero (circa 200) soltanto dotati di uno smartphone NFC Samsung Galaxy S III, una SIM dedicata, un conto carta d’appoggio.

I risultati, elaborati da Gfk Eurisko, sono stati più che soddisfacenti e fanno sperare che ben presto la tecnologia NFC sarà utilizzabile in tutta Italia.

Come testimonial della sperimentazione, sono stati chiamati per vivere una giornata #MobileSurvive, Marco Zamperini (aka FunkyProfessor, blogger, Technology Evangelist, CIO presso NTT DATA Italia) e Arianna Chieli (giornalista, blogger, direttore artistico di FashionCamp) che hanno trascorso un’intera giornata senza portafogli, dotati soltanto di uno smartphone NFC.

Questo il sito MobileSurvive, mentre questo il simpatico video realizzato per l’occasione.

Annunci

UBI Banca al servizio dei Nuovi Italiani!

mercoledì, 30 marzo 2011 1 commento

I Nuovi Italiani, gli stranieri che vivono in Italia e si sono integrati nel nostro Paese, hanno spesso difficoltà nell’utilizzo di strumenti economico/finanziari.

UBI Banca, da sempre attenta e interessata alle esigenze di integrazione delle comunità di stranieri residenti in Italia, ha realizzato una campagna davvero innovativa in questo senso.

Supportando la realizzazione di una serie di video dedicati a particolari momenti di vita e di integrazione degli stranieri a Bologna, centro multiculturale italiano, UBI Banca ha voluto avvicinarsi e creare un contatto diretto con le comunità di immigrati.

Con il primo video, UBI Banca rende omaggio alla comunità filippina che da dieci anni si riunisce la domenica a Bologna per il torneo di basket amatoriale. Con il secondo, alla comunità romena durante il concerto del popolare Jean de la Craiova, organizzato dall’associazione Fratia. Con il terzo alla squadra del Pianoro Cricket Club della comunità bangladese, più volte campione di Italia.

La realizzazione e la diffusione del messaggio ha coinvolto anche Crossing TV, organizzazione bolognese, giovane e interculturale e webTV delle cross-generation. E’ anche grazie al loro contributo che il contatto con tali comunità è stato più approfondito e vicino alla loro realtà quotidiana. UBI Banca ha cercato, in questo modo, di progettare una campagna sentita e davvero vicina agli immigrati di ogni nazionalità.

La campagna e l’offerta economico-finanziaria di UBI Banca, si rivolgono in primo luogo ai nuovi italiani, ma anche a tutti i giovani e a tutti coloro che vogliono usufruire dei suoi vantaggiosi servizi. UBI Banca propone: Carta Enjoy e PerMicro

PerMicro è la forma di microcredito che garantisce sostegno e una reale opportunità per l’erogazione di prestiti di piccola entità a persone con difficoltà di accesso al sistema bancario tradizionale che vorrebbero usufruire di questo strumento finanziario.

Carta Enjoy è invece la carta contro corrente di UBI Banca che permette di avere un enorme risparmio rispetto alle normali carte di pagamento. Oltre a permettere di prelevare gratuitamente da qualsiasi sportello ATM in Italia, può essere usata in tutto il Mondo perché fa parte del circuito MasterCard e costa solo 1 euro al mese. 12 euro all’anno!

Inoltre, Carta Enjoy permette, in alcuni casi, di usufruire del servizio Money Transfer per operazioni Western Union a condizione agevolata Next Day.
Se la carta verrà attivata entro il 31 Marzo 2011, gratuita anche l’imposta di bollo di 14,62 euro.

Bologna, il basket e i filippini from CrossingTV on Vimeo.

Se avete voglia di saperne di più, guardate gli altri video: Jean de la CraiovaPianoro Cricket Club.

Tagli alla scuole paritarie e cattoliche, anzi no

sabato, 6 dicembre 2008 3 commenti

Centinaia di migliaia di studenti sono scesi in piazza con professori, ricercatori e rettori per protestare contro i il miliardo e mezzo di euro tagliati all’università e alla ricerca; migliaia di precari sono scesi in piazza per protestare contro i tagli alla scuola primaria (ex elementare) e il conseguente stop a nuove assunzioni. Ma non c’è stato niente da fare, i Ministri Tremonti e Gelmini sono stati inflessibili, c’è crisi, c’è troppo spreco e bisogna per forza di cosa tagliare tagliare e ancora tagliare!

Proseguendo con questa politica la Finanziaria di fine anno aveva previsto tagli per 120 milioni di euro alle scuole paritarie e così appena si è venuto a sapere la Cei, per bocca di monsignor Bruno Stenco, direttore dell’Ufficio nazionale è intervenuta annunciando annunciando che “le federazioni delle scuole cattoliche si mobiliteranno in tutto il Paese”. Ma non basta scende in campo anche il Papa dichiarando: “Inalienabile dell’educazione religiosa dei figli”.
Dopo poco ecco il sottosegretario all’Economia Giuseppe Vegas che dichiara: “C’è un emendamento del relatore che ripristina il livello originario, vale a dire 120 milioni di euro. Possono stare tranquilli, dormire su quattro cuscini”.
E’ bastato fare un pò la voce grossa per riavere indietro i soldini che stavano per essere tagliati.

Non so cosa altro aggiungere sinceramente, come cittadino italiano provo un senso di schifo, di ribbrezzo, di vergogna, di impotenza, dinnanzi alla realtà che ci dimostra ancora una volta chi e cosa veramente conta per chi è al governo (con la g minuscola)

E come dice una nota pubblicità… la vita è fatta di priorità!!!
E di certo non lo sono la stragrande maggioranza degli italiani!

Fonte: Repubblica.it

tremontipapa ratzinger

Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , , , , ,

Anche Babbo Natale scende in piazza… sosteniamolo!

martedì, 25 novembre 2008 2 commenti

Babbi Natale di tutto il mondo unitevi!!!

Il 30 Novembre alle ore 12 in Piazza Gramsci a Milano siete chiamati dal Fronte di Liberazione dei Babbi Natale a difendere i vostri diritti.

E’ questo il video annuncio apparso oggi sulla bacheca dell’utente Babbo Natale Scatenato di Facebook, che avevo aggiunto tra i miei amici

Il Babbo Natale in questione invita tutte le persone a vestirsi come lui e a sencedere in piazza per dire basta ai Babbi Natale appesi ai balconi “con i piccioni che li cacano addosso!”

Devo dire che la cosa mi intriga molto, sono molto curioso di vedere cosa si nasconderà mai dietro questo evento… una protesta contro il caro-vita? Una trovata pubblicitaria? Un’azione dimostrtiva? boh…
Restate sintonizzati su questo blog per saperne di più… visto che ho intenzione di parteciparvi… se poi volete unirvi a me… fatevi avanti! 🙂

Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , , ,

Berlusconi, fischi e fiaschi

mercoledì, 25 giugno 2008 5 commenti

Rischio di essere ripetitivo, ma purtroppo di ripetitivo c’è solo il nostro presidente del consiglio che invece di pensare ai problemi del Paese pensa ad attaccare i giudici e a farsi sospendere i processi!
Oggi l’ennesimo attacco nel suo intervento all’assemblea annuale di Confesercenti, e anche loro stufi di ascoltare sempre le stesse cose hanno iniziato a fischiare pesantamente il premier.

Nel frattempo, la Camera ha votato la fiducia al decreto fiscale che toglie oltre un miliardo di euro al Sud per infrastrutture; infatti il Mpa di Lombardo non voleva votare la fiducia, poi gli hanno fatto qualche promessa e ha cambiato idea.

Sempre oggi, dall’Istat, arrivano notizie non proprio buone sul crollo dei consumi, mai cosi bassi dal 2005.

Ancora… Bruxelles bacchetta l’Italia e dice che la spesa pubblica è insostenibile e di questo passo non raggiungerà mai gli obiettivi prefissi del parggio di bilancio nel 2011.

E per finire… non ci sarà nessuna diminuzione della pressione fiscale cari italiani… le tasse resteranno quelle che sono…

Io non sono per nulla sorpreso…

Technorati: , , , ,

Come risolvere la crisi dei mutui americani

giovedì, 14 febbraio 2008 3 commenti

Come tutti sapete l’economia sta attraversando un brutto momento, soprattutto dovuto alla debolezza del dollaro e alla paura di un possibile e a mio avviso molto probabile periodo di recessione della stessa economia americana, dovuto alla crisi dei mutui subprime. E visto che questo è un blog in cui si parla anche di economia vi spiego cos’è.

Un mutuo viene definito “subprime” quando viene concesso ad un soggetto con un elevato rischio di insolvenza, a cui le banche difficilmente concederebbero un prestito vista la sua situazione finanziaria presente e passata dovuta a problemi nella restituzione di presiti avuti in precedenza. In questo campo operano istituzioni finanziarie che, applicando tassi di interessi più elevati rispetto al mercato, concedono prestiti a queste persone. Naturalmente il rischio per entrambi è molto elevato. La crisi è scoppiata perchè le persone non ce la facevano ad arrivare a fine mese e non riuscivano a pagare le rate del mutuo e le istituzioni finanziarie si sono ritrovate senza soldi ma con tante case, ma dato che il mercato è fermo ed in crisi le case nessuno se le compra… insomma un circolo chiuso!

Come convincere quindi le persone a comprarsi una casa e quindi ad accendere un mutuo con questi chiari di luna?

Gli uomini marketing della Ameriquest, società erogatrice di “mortgage” (che è leggermente diverso dal nostro mutuo ipotecario, infatti se non paghi si prendono la casa e ti sbattono fuori!) hanno pensato di giocare sull’equivoco tenendoci a precisare che loro non giudicano una persona dalle apparenze… ovvero che pure se sei al verde ti concedono il prestito!

Nel video, davvero da non perdere, troverete 10 spot uno più equivoco dell’altro!
Non c’è che dire… una campagna davvero ben fatta!



Fonte: www.ninjamarketing.it

Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , , , ,

La guerra dei ricchi… questa è l’italia! (con la i minuscola)

sabato, 5 gennaio 2008 4 commenti

E’ di ieri la notizia che i nostri “poveri” deputati dovevano percepire 200 euro lordi (127 netti) in più sulla busta paga per il nuovo anno… insomma un bel regalo di Natale… per mettersi sullo stesso piano dei senatori che, lo scorso settembre si sono visti aumcani spazzaturaentare lo stipendio appunto di 200 euro lordi.

I deputati, infatti, visto anche che in italia abbiamo il costo della politica più alto d’Europa (e la munnezza per le strade), avevano chiesto l’aumento, altrimenti non riuscivano ad arrivare più a fine mese.

Naturalmente subito sono scoppiate le polemiche, con gli stessi deputati che hanno detto che era una cosa scandalosa!!! Allora mi sono chiesto: “ma questo aumento… chi l’ha proposto, se tutti ne sono contrari?.. Bah!”

Fatto sta che oggi Bertinotti ha dichiarato che alla Camera non ci sarà nessun aumento di stipendio, e così Albonetti del Partito Democratico e Giorgia Meloni di AN hanno chiesto ai senatori di ridursi lo stipendio di quei 127 euro per “dare l’esempio”, e riallinearsi con i deputati. La risposta dal Senato è arrivata dal questore Gianni Nieddu (PD) che ha dichiarato: “al Senato le leggi le applichiamo”… ma forse gli sfugge che a Palazzo Madama siedono nove senatori (7 di Forza Italia e due di AN) condannati in via definitiva, più uno (sempre di Forza Italia) per il quale il reato è stato depenalizzato.

Dopo tutto questo, vi devo confessare che mi sento un pò confuso… prima si lanciano buoni propositi in tv dicendo che bisogna ridurre i costi della politica e poi si scannano per 127 euro di m…. !!!

La verità è che a Pianura c’è la guerra dei poveri e in Parlamento si fa la guerra tra ricchi!

bertinotti pinaura spazzatura


Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , , , , , , , , , , , ,