Archive

Posts Tagged ‘Politica’

Sciopero dell’informazione

venerdì, 9 luglio 2010 Lascia un commento

Oggi 9 luglio 2010, l’informazione non è.

Lo sciopero è stato indetto contro il ddl intercettazioni che sarà presentato alle camere a fine mese.

Questo il comunicato della FNSI che spiega le ragioni dello sciopero.

Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , , ,

No al bavaglio! Il testo del ddl sulle intercettazioni

giovedì, 20 maggio 2010 1 commento

Non mi voglio dilungare sugli effetti tremendi che questo disegno di legge avrà sulla libertà di stampa e sull’informazione, di questo se ne parla tanto su tutti i giornali e su tutte le tv… tutti sono contro questo testo…. tutti tranne il capo del regime e i suoi scagnozzi, che faranno di tutto per tappare la bocca a chiunque gli possa mettere i bastoni tra le ruote.

Con questo post, invece, voglio invitare a informarvi sul contenuto del ddl, leggendo il testo originale che trovate qui, e magari i relativi approfondimenti.

Ma soprattutto voglio invitarvi ad INFORMARE quante più persone possibili su ciò che sta accadendo nel nostro paese, sul pericolo che la democrazia sta correndo.

Firmate la petizione su Nobavaglio.it e unitevi alla pagina Nobavaglio di Facebook

Oppure metteteci la faccia!
Fotografatevi con un post-it sulla bocca e pubblicate la vostra foto su Facebook oppure su Repubblica


Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , , , ,

Fermiamo il Cavaliere

martedì, 13 ottobre 2009 2 commenti

Dopo la bocciatura del Lodo Alfano, Berlusconi è un “Cavaliere alla riscossa”.
“Ha una paura il Cavaliere. Di essere condannato a Milano nei processi Mills e diritti tv. E, subito dopo, di essere sbalzato via di sella da Napolitano. L’incubo del ’94 che ritorna”.
Dopo aver offeso con parole pesanti prima il Capo dello Stato e poi Rosi Bindi (rimasta per alcuni secondi allibita dopo aver udito quella frase, “lei è più bella che intelligente”), dopo essersela presa con le “toghe rosse”, il premier infuriato ha deciso di agire per fermare il complotto comunista ordito contro di lui.

Cosa ci aspetterà?
Un autunno e un inverno infuocati, dove il Parlamento sarà il campo di battaglia nel quale saranno in gioco la libertà e la democrazione di una nazione. Si cercherà di far passare leggi per favorire la prescrizione dei processi in cui Silvio è indagato, per favorire l’immunità, per arrivare entro il 2013 al presidenzialismo, il tutto per erigere un uomo al di sopra di tutto e di tutti.
Visto che l’opposizione non è in grado di fermarlo (vedi le assenze decisive in aula sul voto per il Lodo Alfano), non ci resta che farlo noi, attraverso l’informazione. L’unica arma che abbiamo. Abbiamo il diritto e il dovere di informare le persone su quello che sta accadendo in Italia, di raccontare come stanno realmente i fatti, visto che le tv di stato sono in mano sua. Ormai ne sanno più all’estero di noi su quello che sta succedendo alla democrazia italiana. Ogni giorno i giornali esteri riportano articoli su Berlusconi e la politica italiana, “sputtanando” non solo lui, ma un’intero popolo… e per usare uno slogano usato dal PdL in campagna elettorale… RIALZATEVI ITALIANI!

Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , , , ,

Elezioni europee 2009: l’analisi del voto

sabato, 13 giugno 2009 Lascia un commento

Il voto delle elezioni europee appena concluse ci ha fornito delle indicazioni ben precise:
1) l’Europa così com’è non funziona
2) il modello di integrazione all’italiana è fallito
3) la globalizzazione anche

L’exploit della Lega Nord in Italia e dei partiti di estrema destra nel resto del continente ha evidenziato tutta l’insofferenza della gente verso lo “straniero” che arriva nel proprio paese. Questa insofferenza è stata sicuramente amplificata dalla crisi economico-finanziaria che sta attanagliando il mondo.
La storia ci insegna, infatti, che nei periodi di crisi i governi reagiscono adottando politiche protezionistiche, tendendosi a chiudere verso l’esterno. I popoli a loro volta, rispondono con un aumento di intolleranza verso chi arriva dall’estero per lavorare, in un periodo in cui la disoccupazione è elevata. Le urne hanno dimostrato proprio questo.

L’exploit dell’Italia dei Valori è invece di natura politica.
L’assenza di una linea politica chiara del PD ha spostato molti voti sul partito di Di Pietro, che in Parlamento è l’unico a dare la sensazione che esiste ancora un’opposizione. Adottando temi come la questione morale e il conflitto d’interessi dimenticati dal resto del centro-sinistra, è riuscito infatti, a guadagnare una fetta di elettorato deluso di centro-sinistra.

Per quanto riguarda gli altri partiti, il PdL ha registrato una lieve flessione (-2%) rispetto alle scorse politiche, mentre è rimasta sostanzialmente invariata rispetto alle scorse europee, anche se in questo caso il PdL ancora non esisteva.
Il Pd invece ha avuto un forte calo sia rispetto alle scorse politiche (-7%) sia rispetto alle scorse europee (-5%), anche in questo caso però, il PD non esisteva.

Infine i comunisti. Dopo essere rimasti fuori dal Parlamento italiano sono riusciti nell’impresa di fallire anche l’appuntamento europeo presentandosi divisi. La corrente di Ferrero (Rifondazione, Comunisti italiani e Sinistra europea), si è presentata con il simbolo della falce e martello, mentre la corrente di Vendola si è presentata con il simbolo Sinistra e Libertà. Entrambi gli schieramenti hanno ottenuto poco più del 3% dei voti che sommati avrebbero eguagliato i voti dell’UDC di Casini, mentre divisi non hanno superato lo sbarramento del 4%, utile per accedere alla spartizione dei seggi. Vendola dà la colpa a Ferrero, Ferrero dà la colpa a Vendola ed entrambi danno la colpa alla legge che ha istituito questo sbarramento… ai posteri l’ardua sentenza.

Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , ,

Silvio Berlusconi e Noemi Letizia: la cronaca dei fatti

giovedì, 14 maggio 2009 Lascia un commento

Riporto questo video pubblicato da Repubblica.it, in cui viene analizzato il caso Berlusconi – Noemi.

Faccio solo una considerazione.
Negli Stati Uniti, se il Presidente mente alla nazione su una cosa qualsiasi, viene mandato a casa, o quanto meno costretto alle dimissioni, o messo sotto processo (Nixon e Clinton ne sono due esempi). Questo perchè il popolo americano parte dal presupposto che se ha mentito una volta allora puoi aver mentito altre volte, o può continuare a mentire.. insomma quell’uomo non è più credibile.
In Italia i nostri politici di destra e di sinistra mentono tutti i giorni a tutte le ore, e il popolo italiano?

Vodpod videos no longer available.

Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , , , ,

Mills condannato

giovedì, 19 febbraio 2009 3 commenti

L’avvocato inglese David Mills è stato condannato a quattro anni e sei mesi per corruzione in atti giudiziari dal Tribunale di Milano. Il legale nel luglio del 2004 aveva raccontato ai pm Fabio De Pasquale e Alfredo Robledo di aver ricevuto 600mila dollari dal gruppo Fininvest per dire il falso nei processi in cui era coinvolto Silvio Berlusconi.

Secondo il Tribunale, i 600mila dollari bonificati a Mills dalla Fininvest del ’98 sono serviti infatti a corrompere il legale inglese per testimoniare il falso – così come sostenuto dalla Pubblica accusa – in due processi che vedevano imputato l’attuale presidente del Consiglio Silvio Berlusconi (tangenti alla Guardia di finanza e All Iberian).

Berlusconi però, si era tutelato con l’approvazione del Lodo Alfano (uno dei primissimi atti del Governo Berlusconi) che interrompe i processi per le 4 cariche più alte dello Stato, e la sua posizione nel processo era stata stralciata.

Il corrotto è stato condannato…. e il corruttore???

Penso sinceramente che situazioni come queste siano davvero gravi in un paese “democratico” come l’Italia. Ma forse dopo le dimissioni di Veltroni da segretario del Partito Democratico di democratico in questo paese resta davvero ben poco… e mentre in Italia la sentenza ha vuto poco risalto e si è pensato più al festival di Sanremo e agli ascolti fatti, la stampa estera ci mostra così

Fonte: Repubblica.it

Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , , ,

Ciao Eluana

martedì, 10 febbraio 2009 1 commento

Eluana è morta.

E i nostri politici si azzuffano, inveendo l’uno contro l’altro.

Questa è la classe politica che ci rappresenta… hanno politicizzato e speculato su una povera vita!!!

Nessuno ha il diritto di decidere e di disporre della vita altrui!!!

VERGOGNOSO!!!

Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: