Archivio

Posts Tagged ‘elezioni’

Elezioni europee 2009: l’analisi del voto

sabato, 13 giugno 2009 Lascia un commento

Il voto delle elezioni europee appena concluse ci ha fornito delle indicazioni ben precise:
1) l’Europa così com’è non funziona
2) il modello di integrazione all’italiana è fallito
3) la globalizzazione anche

L’exploit della Lega Nord in Italia e dei partiti di estrema destra nel resto del continente ha evidenziato tutta l’insofferenza della gente verso lo “straniero” che arriva nel proprio paese. Questa insofferenza è stata sicuramente amplificata dalla crisi economico-finanziaria che sta attanagliando il mondo.
La storia ci insegna, infatti, che nei periodi di crisi i governi reagiscono adottando politiche protezionistiche, tendendosi a chiudere verso l’esterno. I popoli a loro volta, rispondono con un aumento di intolleranza verso chi arriva dall’estero per lavorare, in un periodo in cui la disoccupazione è elevata. Le urne hanno dimostrato proprio questo.

L’exploit dell’Italia dei Valori è invece di natura politica.
L’assenza di una linea politica chiara del PD ha spostato molti voti sul partito di Di Pietro, che in Parlamento è l’unico a dare la sensazione che esiste ancora un’opposizione. Adottando temi come la questione morale e il conflitto d’interessi dimenticati dal resto del centro-sinistra, è riuscito infatti, a guadagnare una fetta di elettorato deluso di centro-sinistra.

Per quanto riguarda gli altri partiti, il PdL ha registrato una lieve flessione (-2%) rispetto alle scorse politiche, mentre è rimasta sostanzialmente invariata rispetto alle scorse europee, anche se in questo caso il PdL ancora non esisteva.
Il Pd invece ha avuto un forte calo sia rispetto alle scorse politiche (-7%) sia rispetto alle scorse europee (-5%), anche in questo caso però, il PD non esisteva.

Infine i comunisti. Dopo essere rimasti fuori dal Parlamento italiano sono riusciti nell’impresa di fallire anche l’appuntamento europeo presentandosi divisi. La corrente di Ferrero (Rifondazione, Comunisti italiani e Sinistra europea), si è presentata con il simbolo della falce e martello, mentre la corrente di Vendola si è presentata con il simbolo Sinistra e Libertà. Entrambi gli schieramenti hanno ottenuto poco più del 3% dei voti che sommati avrebbero eguagliato i voti dell’UDC di Casini, mentre divisi non hanno superato lo sbarramento del 4%, utile per accedere alla spartizione dei seggi. Vendola dà la colpa a Ferrero, Ferrero dà la colpa a Vendola ed entrambi danno la colpa alla legge che ha istituito questo sbarramento… ai posteri l’ardua sentenza.

Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , ,

Obama è presidente degli Stati Uniti d’America (il discorso completo)

mercoledì, 5 novembre 2008 1 commento

4 Novembre 2008. Una data che verrà ricordata dai libri di storia.
Il mondo ha un nuovo imperatore. Ed è nero!

Una data storica, una svolta epocale per il mondo intero… gli Stati Uniti d’America hanno eletto il loro 44° Presidente, ed è afroamericano! Il primo nella loro storia.

Barack Obama sarà chiamato ad affronatare sfide importanti per il futuro del popolo statunitense e mondiale. In un periodo di cirisi economica, di paura di recessione, in un epoca in cui il conflitto tra i popoli è diventato conflitto di relgioni, tra oriente e occidente, tra cattolici e musulmani, gli elettori americani hanno risposto eleggendo un giovanissimo presidente che ha tutta l’aria di riuscire a dare quel cambiamento di rotta di cui tutto il mondo ha bisogno. (o almeno lo spero!)
E il cambiamento non poteva arrivare se non dalla nazione da cui tutto è iniziato l’11/09/2001.

Obama, nel suo primo discorso da presidente ha detto che negli States nulla è impossibile. Ed è vero!
Penso che in nessun altro paese del mondo si possa avere una svolta politica come questa e si dia la possibilità a un candidato come Obama, giovane, intraprendente, con la pelle nera, di avere un’opportunità simile.

Immaginate in Italia se si candidasse un giovane dalla belle speranze. non avrebbe chance contro il potere dei vecchi politici. Obama ha prima sconfitto i Clinton nelle primarie e poi Bush e il suo partito, ma il merito è anche della gente che gli ha dato fiducia, che lo ha votato, che ha avuto il coraggio e la forza di cambiare!

Possono essere anche il paese con la pena di morte, possono essere anche il paese che con le sue multinazionali comanda il mondo, possono essere anche il paese che dichiara guerra per accaparrarsi il petrolio, ma le opportunità che ti offrono gli Stati Uniti d’America non le offre nessun altro paese al mondo!
Lì un presidente dopo due mandati diventa un comune cittadino, in Italia ci sono i senatori a vita; lì si diventa presidente a 47 anni, in Italia è impensabile.

Un’interrogativo allora mi assale… che siano veramente loro il paese democratico per eccellenza nonostante le tante contraddizioni che l’accomagnano?

Il primo discorso da Presidente degli Stati Uniti d’America

Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , , , ,

Video spot elettorali

sabato, 12 aprile 2008 2 commenti

Silenzio!!! Adesso la parola passa agli elettori.

Ieri è stato l’ultimo giorno di campagna elettorale… finalmente!!! E visto che su questo blog ne ho seguito un pò tutto l’andamento, concludo anche io la mia campagna di informazione con la pubblicazione dei video-spot di alcuni partiti.

A mio parere quello più originale è sicuramente quello del Partito Socialista che propone un protagonista di eccezione come Gesù e inoltre ha un assolo di chitarra rock in sottofondo da paura! Mi piacciono molto anche quelli de La Destra, hanno sicuramente un impatto molto forte, ne ho messi due perchè ero indeciso su quale mettere e visto che mi piacevano entrambi… 🙂 Quello dell’Unione di Centro di Casini, invece, assomiglia molto di più allo spot che viene mandato in onda prima dei film nelle sale cinematografiche contro la pirateria. Quello della Sinistra Arcobaleno, forse un pò troppo malinconico e sognatore. Quelli del Partito Democratico e del Popolo delle Libertà mi fanno davvero piangere… sono troppo ma troppo squallidi con quei ritornelli da imbecilli…

E voi? Cosa ne pensate?

Partito Democratico

Popolo della Libertà

La Sinistra – L’Arcobaleno

Unione di Centro

Partito Socialista

La Destra

Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , ,

Spot elettorali? No, pubblcità di un supermercato

domenica, 30 marzo 2008 2 commenti

Stanchi dei soliti faccioni sui cartelloni elettorali? Allora date uno sguardo a questo post…

Forse chi non è del Centro-Sud Italia non conosce la catena di supermercati e ipermercati Alvi, e chi li conosce probabilmente avrà già visto in giro uno di questi cartelloni…

Fatto sta che ho trovato praticamente geniale appropriarsi degli slogan dei candidati premier per farne dei cartelloni pubblicitari 6×3 per promuovere il proprio marchio. E’ spaventoso come uno slogan elettorale si possa adattare così bene ad una pubblicità…. complimenti a chi l’ha creata!

Slogan Berlusconi

berlusconi alvi

Slogan Casini

casini alvi

Slogan Di Pietro

di pietro alvi

Slogan Veltroni

veltroni alvi

Slogan Obama

obama alvi

Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , , , , , ,

Berlusconi e i precari

giovedì, 13 marzo 2008 5 commenti

No… non ce l’ho fatta più!!!

Scrivo questo post con tanta rabbia in corpo… sono deluso… sono schifato!!!

Una ragazza durante un approfondimento del Tg2 chiede a Berlusconi come deve fare un povero cristo che ha un lavoro da precario a formarsi una famiglia… e lui cosa risponde?!?!?!? Sposati un milionario!!!!???

MA STIAMO SCHERZANDO!!!!

Scherzo o non scherzo, battuta o non battuta, non esiste che un uomo che ci ha governati e che intende farlo ancora risponda in maniera così irriverente ad un problema serio che sta praticamente mettendo a repentaglio tutta la società italiana. La situazione è drammatica e lui se ne esce con una battutina…

Cosa avete provato di fronte a questa frase? Io mi sono sentito preso in giro e offeso…. e sono uno studente…

Immagino le persone che lavorano, che si fanno un culo così dalla mattina alla sera e che guadagnano a stento 1000 € al mese, che vorrebbero farsi una famiglia, costruirsi una vita propria… come si devono sentire?

Fino ad’ora non mi sono mai scherato, e chi segue il mio blog sà delle mie non-intenzioni di voto… ma adesso grazie a Silvio mi sento di dover chiedervi di fare un favore a voi stessi… votate chi volete MA NON VOTATE BERLUSCONI!!!

Non si può votare una persona che ha dichiarato che nel suo partito ha messo in lista Ciarrapico solo perchè possiede dei giornali… ma vi rendete conto? Non lo ha scelto per le sue idee politiche ma solo perchè controlla l’informazione!!! E lo ammette pure!!! E’ il colmo…

Qui sotto trovate il video della mitica risposta di Berlusconi alla ragazza e anche un video che ho trovato girando su youtube. Non ci fate caso se il tizio del video ha scritto la parola astensionisti con la Z, d’altronde anche un sondaggio del mitico Mannheimer ha dimostrato che chi vota Berlusconi ha un titolo di studio medio-basso…

Berlusconi e i precari
Appello agli astenZionisti

Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , , ,

I candidati premier alle elezioni politiche 2008

mercoledì, 5 marzo 2008 16 commenti

Pronti… partenza… VIA!

Si parte! La corsa alla Presidenza del Consiglio è ufficialmente aperta dopo la presentazione dei simboli al Viminale.

Ai nastri di partenza ci sono i due grandi schieramenti del nulla: il Partito Democratico del trasformista Veltroni e Il Popolo delle Libertà del sempreverde Berlusconi, più gli atri poveri partiti che non hanno accettato di partecipare alle grandi coalizioni e he faranno da sparring partner in questa competizione elettorale, ma almeno a loro va riconosciuto il coraggio di aver fatto una scelta coerente. Da segnalare l’agnello sacrificale di questa campagna elettorale, il buon Clemente, ripudiato da tutti e costretto ad andare da solo… poverino!!!

Oltre a Veltrusconi e i più famosi Casini e Bertinotti, ci sono tanti altri candidati (una lista completa la potete trovare qui) che parteciperanno alle elezioni del 13 e del 14 aprile. Naturalmente non troverete tutti questi simboli sulla vostra scheda elettorale dato che non tutti si presenteranno in tutte le regioni.

Ho pensato di mettere un sondaggio, per vedere se è più affidabile un misero blog o i mitici sondaggisti di Silvio e Walter
Mi raccomando, non votate 100 volte per lo stesso partito. I voti provenienti dallo stesso utente verranno cancellati. E poi cosi avremo un quadro più veritiero.

Io ho già scelto di Non votare… e tu?

Sondaggio: Chi voterai alle prossime elezioni? Tra parentesi i nomi dei candidati premier

Status:

Also want to create a poll? Click here

Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , , , , , , ,

Gli italiani non contano niente

mercoledì, 6 febbraio 2008 1 commento

Ancora una volta i politici hanno dimostrato di mettere gli interessi personali davanti a quelli del Paese. Certamente non è una novità, direte voi, ma se avevate bisogno di una conferma adesso l’avete avuta!

Si va a votare con questa legge elettorale, e senza un accordo tra i partiti per uscire dalla crisi che attanaglia il Paese. Giustamente il caro Silvio premeva per elezioni subito sicuro di vincere, mentre il buon Veltroni, sicuro di perdere, cercava di allontanarle quanto più possibile. Il risultato è che le 800mila firme prese per cambiare la legge elettorale non sono state “cacate” proprio, in barba a tutti i principi costituzionali!

Ma la persona che più di tutte mi ha deluso è stato il furbo Fini, che prima raccoglie le firme per cambiare la legge elettorale e poi dice che va bene questa… eh sì.. c’è un pò di confusione in giro…

Se volete sapere come viene definita l’attuale legge elettorale da chi l’ha scritta, proposta e votata guardate il video. La visione è sconsigliata a chi ha ancora fiducia nelle Istituzioni.

Se l’articolo ti è piaciuto votalo cliccando qui

Technorati: , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: